CONSIGLI SU COME REALIZZARE UN ORTO IN GIARDINO

Fin da bambino adoravo raccogliere i frutti dell’orto nel giardino di mio nonno. Ricordo ancora le mattine d'estate, il profumo dei pomodori, i fiori che colonizzavano l'orto, la crescita sproporzionata delle zucchine non raccolte, e le scorpacciate di fichi con mia sorella! Il sapore di un frutto appena raccolto dalle proprie piante è indescrivibile!

L'orto richiede amore, cura e dedizione, ma ci ripaga con sapori, colori, profumi che non hanno prezzo perché cresciuti attraverso la nostra esperienza. L'orto ci regala benessere, offrendoci la possibilità di ritrovare i ritmi naturali, persi nella vita urbana. Io penso che ognuno di noi dovrebbe avere un piccolo orto, sia che tu abbia un giardino o un piccolo terrazzo. Oggi ti voglio condividere qualche consiglio per realizzare il tuo orto in giardino e nel prossimo articolo ti suggeriremo tecniche di coltivazione adatte anche a piccoli spazi come un balcone o un terrazzo.

Immagine 1 – Come realizzare il tuo orto in giardino?

Pochi e semplici passi per realizzare il tuo orto:

Scegli la posizione del tuo orto

E’ fondamentale scegliere la giusta posizione. Dipende molto da ciò che si vuole coltivare, ma solitamente si prediligono esposizioni soleggiate. Scegli un luogo al riparo dai venti dominanti, lontano da alberi e muri che possano creare ombra. La posizione ideale è poco distante da un muro orientato a sud.

Progetta il tuo orto

In base alla posizione, alla dimensione e alla forma del tuo orto pensa a come strutturare e dividere lo spazio. Prevedi dei vialetti di almeno 1 metro e facilita la manutenzione mantenendo le file distanziate di almeno 50 cm in modo da piantare e raccogliere con facilità le specie ornamentali e orticole.

Immagine 2 - Fotoinserimento di un orto ornamentale con piante orticole, alberi da frutto e specie da taglio

L’Immagine 2 è una vista di un progetto di un orto che abbiamo realizzato, un vialetto centrale divide l’area di coltivazione da un filare di alberi da frutto. L’area per la coltivazione non si deve limitare soltanto alle specie orticole, ma può accogliere dentro di sé specie da taglio e specie ornamentali con fioriture commestibili come achillea, borragine, calendula, camomilla, centaurea, crisantemo, dente di leone, dalia, fiordaliso, garofano, gelsomino, geranio, girasole, iris, lavanda, lillà, magnolia, malva, margherita, menta, mirto, nasturzio.. etc. Con queste specie potrai preparare insalate a base di fiori o guarnire i piatti in cucina.

L’orto è quasi sempre uno spazio disordinato, ma con qualche accortezza può diventare il fiore all’occhiello del tuo giardino. Un consiglio? Crea delle vasche rialzate che contengano e definiscano gli spazi del tuo orto. Puoi farlo acquistando dei cordoli alti o delle vasche in acciaio o in legno prefabbricate o se preferisci puoi creare te le tue vasche in legno. Ricorda però che esponendo il substrato su più lati le piante necessiteranno di maggiore acqua rispetto che a terra, aumentando la loro evapotraspirazione data dalla l'esposizione maggiore. Inoltre non tutte le specie orticole adatte a questo tipo di coltivazione.

Ecco qualche consiglio su dove acquistare delle bordure per creare il tuo orto:

Una bordura in acciaio zincato molto facile da utilizzare per delimitare le tue aiuole:

https://amzn.to/3bqyxDJ

Se 5 pezzi non ti bastano qui trovi anche il kit da 10 pezzi:

https://amzn.to/38k9iAK

Se vuoi creare aiuole irregolari e delimitarle in modo che rimangano più ordinate ti consiglio questo cordolo:

https://amzn.to/3qsnGgP

Se non hai tempo di realizzarlo ecco qualche soluzione rigida già pronta per contenere le tue aiuole:

https://amzn.to/2PJmdGd; https://amzn.to/3bq8tbJ

Se vuoi inserire il tuo orto nel tuo terrazzo o balcone ecco un elemento già pronto che puoi acquistare:

https://amzn.to/30kyK51

Immagine 3 – Ecco l’esempio di un orto con definizione di aiuole. Puoi anche creare dei vialetti di ghiaia, un metodo molto semplice per mantenere l’orto pulito e ordinato

Prepara il terreno

Definita l’area e progettato il tuo spazio non ti resta che preparare l’area per l’orto. Per prima cosa passa il terreno con il rastrello per raschiare ed eliminare il più possibile le erbacee utilizza uno strumento simile a questo:

https://amzn.to/38hFtkE

Rivolta le zolle del terreno con una vanga o una motozappa, è molto importante questa fase per limitare la manutenzione nel tempo e fare in modo che le erbacee non prendano possesso del tuo orto! Se non hai una vanga puoi comprarne una qualsiasi tipo questa:

https://amzn.to/3ekVCcS

Se hai acquistato delle vasche rialzate per il tuo orto questo è il momento di sfoggiarle e aggiungere il substrato per raggiungere la quota desiderata. Concima il terreno con un prodotto biologico e rastrella la superficie.

Preparato il terreno è necessario proteggerlo dalle infestanti quindi ti consigliamo di pacciamarlo con una geo stuoia tipo questa:

https://amzn.to/3pGjIRm o questa: https://amzn.to/3shJtJn.

E sopra spargi della paglia oppure cippato oppure se vuoi utilizzare una soluzione alternativa delle potature.

Ti sconsigliamo l’utilizzo di teli neri in plastica per diversi motivi:

- aumentano la temperatura nei punti di contatto,

- non permettono un buon percolamento dell’acqua

- ostacolano la buona formazione delle radici delle piante

- sono difficili da smaltire in quanto si deteriorano col tempo lasciando una miriade di frammenti sul terreno di coltivazione.


Se vuoi approfondire il tema della pacciamatura ti consigliamo questo articolo sulla pacciamatura in giardino.

Immagine 4 – Preparato il terreno utilizza una pacciamatura biodegradabile in modo da proteggere le tue coltivazioni dalle erbe infestanti.

Pianta le tue piante!

Preparato il terreno e sistemato il telo pacciamante puoi iniziare a piantare le piante che hai scelto durante la fase di progettazione. Munisciti di calendario delle semine, che puoi trovare su questo sito (clicca qui) e divertiti a seminare ciò che più ti piace!

Ad esempio, in questo periodo, a marzo, puoi piantare piselli, fave e ceci fagioli e fagiolini carote, prezzemolo spinaci, bieta, rapanelli lattughe, cicorie, songino, aglio, cipolle e patate. Ovviamente seminare le piante è molto divertente, ma richiede maggiori cure rispetto a comprare piante già formate. Puoi recarti in un vivaio e acquistare piantine da orto per essere sicuro della riuscita del tuo orto!

Immagine 5 – Pianta le tue piante da orto seguendo il calendario della semina

Consociazioni nell’orto

Un altro fattore da tenere in considerazione sono le consociazioni e le rotazioni culturali delle piante. Per avere un orto sano è necessario ‘imitare’ la natura associando tra loro piante ‘amiche’, capaci di sostenersi a vicenda e creare sinergie. In Natura la monocultura NON ESISTE, hai mai visto un prato spontaneo con solo una specie di erba? Certo che no perché le piante per raggiungere un equilibrio ecosistemico si associano tra loro formando degli habitat duraturi nel tempo e il più difficilmente attaccabili possibile da parassiti o avversità. Per questo motivo le monoculture sono spesso attaccate da parassiti obbligando all’uso di pesticidi. Con una buona pratica culturali e con le giuste consociazioni non avrai bisogno di utilizzare pesticidi. Vi consigliamo di leggere questo articolo per approfondire le consociazioni:

https://www.ortodacoltivare.it/coltivare/consociazioni.html

Seguendo le giuste pratiche culturali otterrete un orto in equilibrio che ti darà grandi soddisfazioni. Se vuoi saperne di più o vuoi avere un progetto per il tuo orto contattaci e ti sapremo fornire tutte le informazioni necessarie. Inoltre tieni in considerazione che l’orto fa parte del tuo giardino ed è giusto integrarlo in esso tramite una progettazione complessiva, per questo ci siamo noi!

Chiamami al 3484704935 per chiedere un preventivo per avere anche tu il tuo orto a km0. Se non hai un giardino nel prossimo articolo scoprirai che abbiamo pensato a te e alle soluzioni che potrai adottare per avere anche tu delle piccole grandi soddisfazioni verdi.

Per ogni dubbio
parliamone!